CHI SIAMO

Mercafir è la società consortile che dal 1989 gestisce il Centro Alimentare Polivalente di Firenze, dove operano i mercati all’ingrosso dei prodotti ortofrutticoli, florovivaistici, ittici e delle carni, insieme a strutture di lavorazione e commercializzazione della filiera alimentare.

STORIA

La progettazione del CAP iniziò negli anni 70’ con l’esigenza del Comune di Firenze di trasformare la storica struttura annonaria della città, a causa del limitato spazio dei mercati di S.Ambrogio e S.Lorenzo, con l’idea di creare un ambiente che non fosse solo luogo di vendita e smercio prodotti agro-ittico-alimentari, ma anche di trattamento, confezionamento e controllo qualità degli stessi.
Dopo anni di trattative e studi di fattibilità la costruzione prese il via nel 1982, concludendosi nel 1987 con la consegna all’amministrazione comunale.Affidata nel 1988, la gestione del CAP appartiene ancora oggi a MERCAFIR, partecipata per il 59,59% dal Comune di Firenze.

MISSION E VISION

Nel suo 30 ° anniversario Mercafir vuol tornare a far parlare di sé, della sua realtà, fatta di storia e tradizione ma anche di innovazione, della complessità delle sue attività interne, sconosciute a molti cittadini ma soprattutto alle generazioni più giovani.
Mercafir non è solo un’area di sviluppo imprenditoriale, raccoglie al suo interno realtà rilevanti dal punto di vista economico.
E’ cruciale trovare nuovi spunti per aprirsi verso l’esterno sia a livello nazionale che internazionale, in un momento storico in cui i consumi ortofrutticoli a livello nazionale sono tornati a crescere, l’export di frutta e verdura è salito, consolidandosi un trend di accelerazione dei prezzi e una conseguente ripresa dei consumi. Negli ultimi anni le abitudini alimentari sono cambiate e sono state integrate dai temi del biofood, healthyfood, diventati veri e propri criteri di scelta per il consumo di prodotti e dei quali Mercafir vuole farsi ambassador.
Il principale obiettivo di MERCAFIR è quello di trasmettere i valori tradizionali ma anche innovativi che la caratterizzano e di configurarsi sempre più come un punto di riferimento per quanto riguarda il controllo della catena agro-alimentare, la trasparenza, la tracciabilità e la qualità dei prodotti della filiera produttiva, di trasformarsi in un vero luogo d’incontro per Firenze e per tutta la Toscana. Aumentare il suo impegno sociale, con l’attività di educazione alimentare e il supporto alle start-up del settore.

Rilanciare la sua Brand Identity e la sua Brand Awareness verso due fronti, la città metropolitana e i suoi operatori interni, diventandone vera e propria cassa di risonanza. Da dove ripartire se non proprio dal logo? Originariamente creato dal Prof. Gianfranco Ferrari durante gli anni 80’, il logo si ispirava al perimetro dell’area che visto dall’alto aveva forma circolare e al cui interno vi erano il mercato ortofrutticolo costituito inizialmente da cinque strade. Per questo motivo la prima versione del logo vedeva nella parte inferiore del cerchio 5 sbarre, che rappresentavano appunto le 5 vie del mercato. Con il passare degli anni, nel 1988, il mercato si ampliò, cambiò e con esso anche il logo, che venne ruotato e aumentato nel numero di “sbarre” al suo interno, assumendo le caratteristiche odierne. Proprio per l’importante tradizione che la contraddistingue, Mercafir mantiene il suo logo ormai identificativo, ma rinnovandone lo stile, il colore e il claim, tutti elementi che ne rafforzano la Brand Identity. Il logo diventa quindi un richiamo ai colori dei prodotti che Mercafir ospita, con un tocco di freschezza dandogli tinte più accattivanti. Mantenere il logo originario cambiandone solo i colori è in linea con l’attività odierna di Mercafir : lavorare rimanendo fedeli a sé stessi, alle proprie tradizioni e ai propri punti di forza, con uno sguardo verso il futuro e di apertura verso l’esterno e i nuovi trend.